Detrazione Spese di istruzione: scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado.

L' art. 1 comma 151 lettera a) della Legge 107/2015 ha modificato l'art. 15 comma 1 del TUIR  disponendo la detrazione del 19% , oltre che delle spese sostenute per la frequenza alle scuole secondarie, anche delle spese sostenute per la frequenza alle scuole dell'infanzia del primo ciclo d'istruzione, nel limite di euro 400,00 per alunno o studente. Con la Circolare n. 3/E del 02.03.2016 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che la detrazione spetta per le spese sostenute a partire dal 1 gennaio 2015. Sempre con la Circolare n. 3/2016 l'Agenzia delle Entrate ha precisato che "le tasse, i contributi obbligatori nonché i contributi volontari e le altre erogazioni liberali, deliberati dagli istituti scolastici o dai loro organi e sostenuti per la frequenza scolastica ma non per le finalità di cui alla lettera i-octes), rientrerebbero nella previsione della lettera e-bis). Si citano, a mero titolo di esempio, la tassa di iscrizione, la tassa di frequenza e la spesa per la mensa scolastica". Sulla base di tale assunto, le mense scolastiche rientrebbero tra le spese di istruzione detraibili.

La normativa non ha fissato particolari modalità di pagamento per poter usufruire della detrazione relativa alle spese per le mense scolastiche, pertanto, in assenza di chiarimenti ufficiali, si ritiene che la documentazione necessaria per usufruire della detrazione potrà essere l'attestato di spesa o un documento emesso dalla scuola, purché da tale documentazione si rilevino:

  • i dati relativi a chi ha sostenuto la spesa;
  • i dati relativi all'allievo/studente;
  • la causale del pagamento;
  • l'importo pagato e la data.

Per meglio chiarire il  concetto facciamo una distinzione tra il PRIMO CICLO di istruzione che si articola in due percorsi scolastici consecutivi e obbligatori:

  • la scuola primaria, della durata di cinque anni, obbligatoria per tutti i ragazzi italiani e stranieri che abbiano compiuto sei anni di età entro il 31 dicembre. L'iscrizione è facoltativa per chi compie sei anni entro il 30 aprile dell'anno successivo;
  • la scuola secondaria di primo grado, della durata di tre anni, obbligatoria per tutti i ragazzi italiani e stranieri che abbiano concluso il percorso della scuola primaria.

Il  SECONDO CICLO  di istruzione, invece, riguarda la scuola secondaria di secondo grado e si articola in un percorso della durata di cinque anni e comprende:

  • Licei, articolati in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale si sostiene l'esame di Stato;
  • Istituti tecnici, articolati in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale si sostiene l'esame di Stato e si consegue il diploma di istruzione tecnica;
  • Istituti professionali, articolati in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale si sostiene l'esame di Stato e si consegue il diploma di istruzione professionale.

Per ulteriori informazioni contattaci ora. 0833.836747  info@studiopellegrino.org

CLICCA QUI e prenota ora ora la tua dichiarazione dei redditi 730/2016!

 

I commenti sono chiusi